Rapporto Caritas sulle politiche contro la povertà

Un Piano pluriennale di contrasto alla povertà è l’unica strada percorribile perchè:

1. per costruire un cambiamento ambizioso nei territori ci vuole tempo;
2. per progettare un cambiamento ambizioso a livello locale servono certezze sul futuro;
3. per evitare tensioni sociali bisogna dichiarare all’inizio i passi successivi nell’ampliamento dell’utenza;
4. per trasformare le inevitabili difficoltà realizzative in un’opportunità per migliorare le risposte;
5. per diluire il necessario incremento di spesa nel tempo e renderlo più sostenibile dal bilancio pubblico.

Bisogna evitare la tentazione di pensare che il nodo principale consista nell’ammontare degli stanziamenti aggiuntivi per il prossimo anno. Concentrare lo sguardo solo sulle risorse previste dalla Legge di bilancio per il 2017 rappresenterebbe, infatti, un errore che svilirebbe la portata di ciò che si deciderà e delle sue implicazioni per i poveri del nostro Paese. L’interrogativo sul quale crediamo bisognerebbe confrontarsi nelle prossime settimane non è “quanti soldi in più ci saranno nel 2017? ” bensì “quale progetto vogliamo costruire per un nuovo welfare rivolto ai poveri?”.

Fonte: Caritas italiana

Indice del volume:

  • Introduzione – don Francesco Soddu
  • L’esperienza della Carta acquisti sperimentale: considerazioni in vista della riforma nazionale – Alessandro Martelli
  • Il Sostegno all’Inclusione Attiva: una prima analisi della misura – Lorenzo Lusignoli
  • Il disegno di legge delega per il contrasto alla povertà: stato dell’arte e prospettive – Chiara Agostini
  • Lotta alla povertà in Italia: siamo al momento decisivo – Cristiano Gori

Sintesi     Versione integrale     Approfondimenti